Eri una festa

';

Testo

Sono passate le nove
e ancora non ti ho scritto “come stai?”
mi manca stare dentro agli occhi tuoi
per lasciare fuori i miei
non mi serve niente
a parte avere un posto vicino a te
che risolvevi ogni indecisione
trovavi il bene in tutte le persone

Sai che non so gestire niente di serio tranne i sogni
quelli li tengo stretti al petto te l’ho promesso e lo sai
e lo sai

Eri una festa
eri la musica nella mia testa con la gente che balla
eri il messaggio a mezzanotte per celebrare quella promessa
che abbiamo scritto sui vetri appannati di quella macchina ferma
noi due abbracciati a formare una corazza

Cosa significa restare a guardare e non fare niente
per poi dire che va tutto bene in mezzo alla gente
sai che non so gestire niente di serio tranne i sogni miei
quelli li tengo stretti al petto te l’ho promesso e lo sai
e lo sai

Eri una festa
eri la musica nella mia testa con la gente che balla
eri il messaggio a mezzanotte per celebrare quella promessa
che abbiamo scritto sui vetri appannati di quella macchina spenta
noi due abbracciati a risolvere una guerra

Mi hai chiesto di farmi da parte ed io ho l’ho fatto
ora passo il tempo a chiedermi se è stato giusto
dimenticare tutto come fai dopo uno scontro
non devi ripassare niente, la verità è dentro
mi hai chiesto del tempo come se bastasse
a guarire il dolore, aprire le finestre
smettere di guardare ogni foto insieme
la nostalgia è una stronza ci passo le mie sere

Eri una festa
eri la musica nella mia testa con la gente che balla
eri il messaggio a mezzanotte per celebrare quella promessa
che abbiamo scritto sui vetri appannati di quella macchina spenta
noi due abbracciati a formare una corazza

Eri stupenda
in quella foto del mio compleanno
con un sorriso di merda
e tutto quello che mi bastava a risolvere una guerra
a risolvere una guerra

Info video

Testo e musica: Manuel Finotti

Regia: Stefano Bertelli

Assistente Regia: Riccardo Orlandi

Animation Studio: Seenfilm.com

Share:
Avarello Music s.r.l. - P.IVA 02888910599